domenica 31 ottobre 2010

La luce liberatrice di Cristo

«Non è certo il caso di esaltare, come taluni oggi fanno, la condizione precristiana, quel tempo degli idoli che era anche il tempo della paura. Ancora oggi, come avvenne al tempo degli apostoli, in Africa e in Asia l’annuncio del Cristo è un’esperienza di liberazione dal terrore. Il paganesimo innocente, sereno, è uno dei tanti miti dell’età contemporanea. In genere, le religioni non cristiane, per questo aspetto, sono spesso regimi di paura. Se questa luce liberatrice del Cristo dovesse spegnersi, pur con tutta la sua sapienza e la sua tecnologia, il mondo ricadrebbe nel terrore e nella disperazione.


Ci sono già molti segni inquietanti del ritorno di forze oscure, mentre, proprio nelle zone del mondo più “sviluppate”, crescono ogni giorno superstizioni e conseguenti ricerche di riti liberatori».

Joseph Ratzinger
(Citato da Vittorio Messori: La sfida della fede. Sugarco Edizioni – 2008)

1 commento:

  1. Non a caso, cessate le varie e false idologie, nel terzo e quarto mondo solo in Cristo oggi trovano riscatto per una crescita umana, oltre che redentiva, dal punto di vista spirituale.
    Cristo li libera da ogni condizionamento.

    RispondiElimina