mercoledì 17 novembre 2010

Lo splendore della Verità

«Ai nostri giorni, quando un relativismo intellettuale e morale minaccia di fiaccare i fondamenti stessi della nostra società, Newman ci rammenta che, quali uomini e donne creati ad immagine e somiglianza di Dio, siamo stati creati per conoscere la verità, per trovare in essa la nostra definitiva libertà e l’adempimento delle più profonde aspirazioni umane».
Rifiutare il relativismo, comporta non soltanto il riconoscimento che esiste una verità ma anche – cosa che oggi rischia di riuscire ancora più difficile – la denuncia dell’errore. Se esiste il vero, esiste anche il falso.
«Coloro che vivono della e nella verità riconoscono istintivamente ciò che è falso e, proprio perché falso, è nemico della bellezza e della bontà che accompagna lo splendore della verità, veritatis splendor».

Benedetto XVI alla Veglia di Preghiera per la Beatificazione del Cardinale John Henry Newman, Hyde Park, Londra, del 18 Settembre 2010. (Tratto da un articolo di commento del Prof. Massimo Introvigne) 


..

1 commento:

  1. Il male dei nostri tempi inquieti è tutto riconducibile al relativismo morale. La ns aspirazione libertaria ci spinge a svincolarci dalla rotta segnata dal Vero, affidandoci orgogliosamente alla bussola del ns fiuto ideologico o scentifico.
    Senza sapere che è proprio nella Verità che ritroviamo la ns vera libertà: la verità ci rende liberi.

    RispondiElimina