martedì 7 febbraio 2012

Non ha pensato a tutto

«Il nome di Roma appare nelle intenzioni divine» (Card. Giovanni Battista Montini. Campidoglio, 10 ottobre 1962).

«L’unico grande diplomatico del secolo XIX è stato Cavour e anche lui non ha pensato a tutto. Si, egli è geniale, ha raggiunto il suo scopo, ha fatto l’unità d’Italia. Ma guardate più addentro, e che cosa vedete? L’Italia porta con sé da duemila anni un’idea grandiosa, reale, organica: l’idea di una unione generale dei popoli del mondo, che fu di Roma e poi dei papi.
E il popolo italiano si sente depositano di un’idea universale e chi non lo sa lo intuisce. La scienza e l’arte italiana sono piene di quella idea grande.
Ebbene, che cosa ha fatto il conte di Cavour? Un piccolo regno di secondo ordine, che non ha importanza mondiale, senza ambizioni, imborghesito.»

F. M. Dostoevskij, Diario di uno Scrittore, Milano 1943, p. 645.

Nessun commento:

Posta un commento